User Score
8.5

Universal acclaim- based on 143 Ratings

User score distribution:
  1. Negative: 7 out of 143
Watch On

Review this movie

  1. Your Score
    0 out of 10
    Rate this:
    • 10
    • 9
    • 8
    • 7
    • 6
    • 5
    • 4
    • 3
    • 2
    • 1
    • 0
    • 0
  1. Submit
  2. Check Spelling
  1. Mar 19, 2013
    5
    This review contains spoilers, click expand to view. ‘Upside down’ una coproduzione franco-canadese ad alto costo in cui forse sono stati spesi troppi soldi per la parte visiva e il cast tendente all’hollywoodiano mentre si posta poca attenzione alla costruzione della storia, di cui autore il regista argentino, ma da sempre residente in Francia, Juan Solanas. Travestita da film di fantascienza, ecco allora una fiaba che non altro che l’ennesima variazione della vicenda di Giulietta e Romeo: in un sistema binario, ci sono due pianeti gemelli ma dalla gravità inversa e gli abitanti del mondo di sopra sfruttano economicamente gli sfortunati che nascono di sotto. Gli unici contatti tra i due mondi sono il palazzo di un’avida corporation guidata da uno squalo senza scrupoli che si chiama quasi come un whisky (Lagavullan omaggio a Izzo? impersonato da James Kidnie) e le cime di alcune montagne che si avvicinano tanto da consentire l’amore impossibile tra gli adolescenti Eden e Adam (nomi fin troppo espliciti, si direbbe). Quando gli eventi li separano cioè la polizia, chè i rapporti intermondani sono vietati passeranno dieci anni prima che i due possano ritrovarsi soprattutto grazie alla buona volontà di lui, che vive in basso e ha un certo talento scientifico impiegato nella ricerca della formula che annulli i contrasti delle gravità. Dopo i bellissimi titoli di testa, realizzati dai francesi di Moustache Studio, e un affascinante prologo con i protagonisti ragazzi, il film resta sempre notevolissimo dal punto di vista visivo, ma perde la sua presa sullo spettatore perché incapace di coinvolgerlo dal punto di vista emotivo: le cause sono più di una e si va dal ritmo non certo trascendentale a dialoghi mai davvero memorabili, dai salti e dalle svolte telefonate della sceneggiatura a un finale frettoloso. A farne le spese la sospensione d’incredulità, che finisce per lasciare spazio alla voglia di fare le pulci da parte di chi guarda, con tanto di discussioni divertite sull’amore che non fa sentire il freddo anche in cima ai picchi più scoscesi o riguardo a come abbia fatto Eden a restare incinta. Al risultato non contribuiscono granchè neppure gli attori, che pare non ci credano del tutto neppure loro (a parte il fatto che, primo, comincia a nascermi il sospetto che Sturgess sia sopravvalutato e, secondo, che Dunst sembra più vecchia del suo partner mentre ne praticamente coetanea): anche i ruoli secondari non sono molto a fuoco, con la sola eccezione del personaggio di Bob grazie al quale Timothy Spall risulta essere il più convincente della compagnia. Per fortuna, a controbilanciare il tutto c’è la qualità delle immagini, grazie alla fotografia di Pierre Gill, a un reggimento di addetti agli effetti speciali e alla felice abilità di immaginare un intero universo: restano specialmente negli occhi la cupa decadenza del mondo di sotto che si direbbe ispirato a un Paese del socialismo reale, tra buio, archeologia industriale e strade percorse da Trabant (o qualcosa di simile) e carri trainati dai cavalli e le belle invenzioni visive consentite dalle inverse gravità dei due pianeti, dalle scoscese e iperrealiste montagne alla sala da ballo dove quello che il pavimento per gli uni il soffitto per gli altri. Expand
  2. Mar 19, 2013
    4
    It cannot help but feel like a massive disappointment, given its unique premise and astonishing visuals, because the story is bland and so awfully told.
  3. Jul 16, 2013
    6
    This is a really cool looking movie with some really cool ideas that has a story that falls short. I do think there is good chemistry between Jim Sturgess and Kirsten Dunst and their love story does work.
  4. May 8, 2013
    6
    To start with:It is not one of the movies that you must have see before you die but its not as bad as some people say.Its innovative at some parts.The gravity idea is fresh and the design is good.Of course the music is very bad timed some times and there some physical mistakes but i think that that doesnt pulled the movie down.In my opinion Upside Down is a average movie with anTo start with:It is not one of the movies that you must have see before you die but its not as bad as some people say.Its innovative at some parts.The gravity idea is fresh and the design is good.Of course the music is very bad timed some times and there some physical mistakes but i think that that doesnt pulled the movie down.In my opinion Upside Down is a average movie with an outstanding idea behind it.Its not the best but also its not the worst.All in all its good average.And Kirsten Dunst is absolutely stunning! Expand
  5. Jan 15, 2014
    4
    Love conquers gravity apparently, if it could only conquer stupidity...the movie could've been better...entertaining in bits and parts but doesn't do enough to win a favorable approval rating...
  6. Jun 29, 2014
    4
    Dont waste your time. Seriously. I was embarrassed for choosing to watch this film with my friends. Very weak, simple story, so slow, everyone was almost sleeping.
  7. Dec 17, 2014
    6
    The film was visually impressing, magnificent cinematography and perfect direction but exploring beyond the surface it will leave a trail of weak character development unnecessary side characters and altogether a cheap romantic drama.
Metascore
45

Mixed or average reviews - based on 22 Critics

Critic score distribution:
  1. Positive: 6 out of 22
  2. Negative: 4 out of 22
  1. Reviewed by: Peter Sobczynski
    Sep 9, 2014
    88
    Simply put, this is one of the craziest films to come along in a while and I can confidently say that anyone who sees it will either hail it is some kind of crackpot masterpiece or dismiss it as one of the silliest damn things they've ever seen.
  2. Reviewed by: James Adams
    Apr 25, 2013
    50
    Upside Down is no more than one big-budget, gussied-up fairy tale – a topsy-turvy Romeo and Juliet.
  3. Reviewed by: Stephen Whitty
    Mar 18, 2013
    50
    It starts off well enough, and Solanas has a marvelous sense of space and style. But he doesn't develop its story and doesn't truly draw out its characters.